News

Pieghevole RIVELA_Mostre Itineranti 2015

News


Rivela - Mostre itineranti 2015

LA STORIA DIVENTA IL LUOGO IN CUI POSSIAMO CONSTATARE L’AGIRE DI DIO A FAVORE DELL’UMANITÀ

L’opera è il filo conduttore delle tre mostre proposte da Rivela per il 2015.
La Cattedrale della Sagrada Familia non ancora ultimata, l’opera educativa iniziata da don Bosco quasi duecento anni fa, il Volto di Manoppello “non fatto da mani d’uomo” che risponde al desiderio di ognuno di vedere il Cristo: possiamo chiaramente riconoscere l’operare continuo di Dio a nostro favore.

UN LUOGO DI BELLEZZA. LA SAGRADA FAMILIA
La mostra prende spunto dal viaggio che Papa Benedetto XVI ha compiuto a Barcellona nel 2010.
Consacrando il Tempio Espiatorio della Sagrada Familia ha indicato un luogo di bellezza e il suo geniale architetto Gaudí, come esempio di una personalità cristiana in cui la fede è diventata un'affascinante architettura.
Gaudí realizzò ciò che oggi è uno dei compiti più importanti: superare la scissione tra coscienza umana e coscienza cristiana, tra esistenza in questo mondo temporale e apertura alla vita eterna, tra la bellezza delle cose e Dio come Bellezza. Antoni Gaudí non realizzò tutto questo con parole, ma con pietre, linee, superfici e vertici.
Gli uomini non cambiano perché viene sottolineato il loro male ma perché vedono il bene, il bello e il vero che corrisponde al loro cuore. la Sagrada Familia e la storia della sua edificazione sono un chiaro esempio di come la bellezza e la verità sanno destare la coscienza dell'uomo.
(VAI ALLA SCHEDA DELLA MOSTRA)

LA SOCIETÀ DELL'ALLEGRIA. L’ORATORIO DI DON BOSCO
A duecento anni dalla nascita di Don Bosco, la mostra cerca di far vedere, attraverso il racconto di alcuni episodi della vita del santo, come tutto quello che è nato da lui sia frutto della sua familiarità con Gesù e dalla sua passione a comunicarLo ai più giovani.
E' un percorso illustrato della vita del Santo da quando era saltimbanco all'incontro con i giovani della periferia di Torino, fino ai confini del mondo in America del sud.
«Noi facciamo consistere la santità nello stare molto allegri». Questo motto di don Bosco è il cuore pulsante della mostra dedicata a lui e al suo oratorio.
«Questa è la mia casa» è l'iscrizione che campeggia sulla porta della povera casa di san Giovanni Bosco. In realtà queste parole dicono tutta la semplicità con cui si sono svolti i fatti miracolosi di una vita toccata dal Mistero in modo straordinario. Ed è proprio qui il miracolo: nella quotidianità di rapporti familiari è nata la storia del saltimbanco che diventò sacerdote e abbracciò migliaia di giovani in tutto il mondo.
(VAI ALLA SCHEDA DELLA MOSTRA)

IL VOLTO RITROVATO. I TRATTI INCOFONDIBILI DI CRISTO
La mostra documenta sia il desiderio di vedere il volto di Dio, che ha caratterizzato l’Antico Testamento e attraversa tutta la storia della Chiesa, sia il profondo legame tra questo desiderio e la certezza testimoniata dai Padri che Cristo stesso ci abbia lasciato in dono, come segno tangibile della sua presenza, insieme all’Eucarestia i tratti del suo volto.
Partendo dal V secolo si ripercorrono le vicende dei più antichi ritratti di Cristo, detti acheropiti (non fatti da mano d’uomo), autorevoli modelli di un Volto dai tratti inconfondibili, riconoscibile lungo tutta la storia, in Occidente come in Oriente. In particolare si dà spazio alla “Veronica”, il sudario sul quale, secondo la tradizione, Cristo stesso ha lasciato impresso il suo volto, e che era la principale reliquia di Roma, meta e premio dei pellegrinaggi medievali.
Dal XVI secolo inizia a perdersi la memoria di questo Volto, di cui però l’uomo moderno continua ad avere una profonda nostalgia.
Nel nostro tempo è riaffiorato alla luce il Velo di Manoppello, un Volto di Cristo su un velo leggero, che per quattro secoli è stato conservato nell’altare laterale di un santuario alle pendici della Maiella. La visita di Benedetto XVI, nel settembre del 2006, al Volto Santo di Manoppello è all’origine della ricerca che ha portato alla realizzazione di questa mostra.
(VAI ALLA SCHEDA DELLA MOSTRA)


LEGGI QUI il Comunicato Stampa della presentazione delle Mostre Itineranti 2015 (RIVELA)