Catalogo

Catalogo


I ragazzi di Piazza Majakovskij
La poesia alle origini del dissenso in URSS (1958-65)

A cura di:
Fondazione Russia Cristiana, Associazione Memorial Mosca



Nel 1961, in URSS il disgelo smuove le acque, rendendo evidente la condizione invivibile dell’uomo, ingranaggio del sistema del socialismo mondiale. Intorno al monumento al poeta V. Majakovskij iniziano a radunarsi dei giovani, per lo più studenti, a leggere poesie anche scritte personalmente. È il superamento del muro del silenzio, la certezza che una parola di verità sussurrata possiede vibrazioni capaci di spezzare le prigioni ideologiche del regime. La mostra ripercorre la storia dei «ragazzi di piazza Majakovskij» e delle loro sorti successive, offrendo brani di memorie e di poesie dei giovani autori e dei loro maestri, disegni e quadri «non conformisti», e la possibilità di ascoltarne le canzoni. Memorial, la prima organizzazione autonoma della Russia post-sovietica fondata da Andrej Sacharov, ha messo a disposizione fotografie e documenti di eccezionale interesse.

Anno di presentazione
Questa mostra è stata realizzata in occasione della manifestazione “Meeting per l’Amicizia fra i popoli”, anno 2002

Anteprima Pannelli